Un pranzo per il Togo

Ci si ritrova di nuovo tutti domenica 28 ottobre 2018

al ristorante La Maddalena di Villanova – Rivarolo del Re

Tredici anni di attività missionaria in Togo, sette spedizioni umanitarie, 15 viaggi sul posto per aiutare nei progetti, questo e altro ancora ci racconteremo nel convivio di domenica 28 p.v. Vi aspettiamo! I progetti continuano…

Annunci

Riforestare!

E’ partito il nuovo progetto di A.mi.s. onlus.

Riforestare il Togo, ma non solo! Ora più che mai diventa urgente considerare seriamente la salute del nostro pianeta, da cui dipende la salute di noi esseri umani. I cambiamenti climatici sono le “urla disperate” del pianeta terra che ci chiede di invertire la rotta!

I miei amici alberi0001I miei amici alberi0002Piantiamo alberi gente, piantiamo alberi!

La vera meta di un viaggio sono le persone!

p1010532

“Una missione non si sceglie, piuttosto è lei che sceglie te! Ripartire per un nuovo viaggio è seguire un richiamo ancestrale fortissimo, una energia che ti trasporta verso mete che senti essere parte di te. L’incontro con l’altro è il fulcro della vita in questi villaggi. Nell’altro si scopre lo sconosciuto che è in noi e soltanto tramite questa conoscenza possiamo diventare fratelli.”       – A.P. –

In questo nuovo viaggio in Togo visiterò alcuni villaggi tra cui Azafi, dove stiamo costruendo una chiesetta. Negli altopiani del Togo, in un clima arido dove si attende la piccola stagione delle piogge tra marzo e aprile, raggiungerò queste persone che hanno nel cuore il  desiderio di pregare e ritrovarsi per fare comunità.Il nostro progetto di aiuto va ben oltre la semplice costruzione di muri, ma ci accomuna come persone, che desiderano conoscersi, scoprirsi e accogliersi tra fratelli.

Sarà un bel viaggio…..!

Azafi – Togo

E’ iniziata la costruzione della chiesetta di Azafi, nelle montagne del Togo. La popolazione  aiuta nei lavori di costruzione, procurando le materie prime – sabbia e ghiaia –           A.mi.s. provvedere a dare lavoro a muratori, fabbri, falegnami, carpentieri. Don Anselmo segue la direzione dei lavori con grande impegno professionale ma anche fisico visto che il posto non è facilmente raggiungibile per le condizioni estreme delle strade.

L’opera di A.mi.s. continua…

Lassù sulle montagne….

…nella regione dei Plateaux, in un villaggio chiamato Azafi, abbiamo dato il via alla costruzione di una chiesetta. In posizione centrale rispetto ai cinque villaggi che costituiscono le stazioni secondarie dove don Anselmo si reca per celebrare messa una volta al mese, Azafi diventerà la principale chiesa di ritrovo di questa gente che con gioia ci ha accolto in questo viaggio umanitario. La prima pietra è stata posata, ora vogliamo aiutarli a continuare il progetto di costruzione. La messa ora viene ancora celebrata sotto questa tettoia barcollante, oppure nelle aule della scuola elementare, non certo messa meglio, oppure all’aperto sotto un grande albero…. quando fa caldo! E quando c’è la stagione delle grandi pioggie tropicali?… diamogli una speranza, loro ce la stanno mettendo tutta, sabbia, ghiaia e manodopera C’E’ GIA’…..  Servono 7000 euro per costruirla, quindi….ritorna lo slogan “un euro per  un mattone”… le coordinate le trovate in questo sito…. dunque, pronti? Viaaaa…..

Desiderio di Dio

Ogni volta che si rientra da un viaggio in Togo, quanto è stato fatto per aiutare la gente del posto non ci sembra mai abbastanza. Questa volta poi, uno spostamento occasionale durante la nostra permanenza, ci ha toccato il cuore.

Abbiamo visitato gli altipiani della zona centrale del Togo, arrivando nei piccoli villaggi di Azafi, Iwlobo, Saguda. Strade impraticabili e accidentate che mettono a dura prova auto e…stomaci.

Arriviamo a una”chiesa”, se così si può chiamarla, in uno di questi villaggi.

E’ qui che abbiamo percepito come la mancanza di ambienti in muratura, di arte, di simboli religiosi…di sfarzo….non impedisca il  “desiderio di Dio” di questa gente. Anzi!!!

Una struttura fatiscente, qualche lamiera e qualche palo di legno, panche di legno improvvisate, sono il ritrovo domenicale della “Chiesa” di questo villaggio chiamato Azafi.

Eppure la messa a cui abbiamo partecipato era colma di gioia e voglia di lodare il Signore. Canti e balli non si risparmiavano.

Subito è partita l’idea di aiutarli ad avere almeno un tetto sopra la testa e un posto dove poter lodare e ringraziare il Signore. Con l’arrivo della stagione delle piogge ad agosto non riuscivamo ad immaginare come la struttura esistente avrebbe retto.

E’ partito così il progetto di aiuto per costruire una cappella ad Azafi. Il villaggio si trova esattamente al centro dei cinque villaggi che costituiscono le stazioni secondarie della parrocchia nascente di Don Anselmo a Elavagnon.

Tra la natura spontanea del posto, sorgerà la cappella. Il nostro aiuto per inizio lavori è partito, gli abitanti del posto stanno mettendo la loro manodopera per procurare i materiali da costruzione.

La solidarietà si è già messa in moto. Ecco Il “desiderio di Dio” .